Il Footgolf

History Of Footgolf

STORIA DEL FOOTGOLF

Nel 1735 viene fondato il primo Golf Club al mondo: il Royal Burgess Golf Society, in Scozia.

Nel 1863 viene fondata la prima Federazione Calcio al mondo: la Football Association (FA), in Inghilterra.

Nel 2009 nasce lo "sport perfetto", unione di due tra gli sport più famosi al mondo: nasce il FOOTGOLF.

Perfetto per donne e uomini, di tutte le età, il FootGolf unisce la potenza e la passione del calcio all’eleganza e alla precisione del golf.

La filosofia del gioco è semplice: si giocano 9 o 18 buche, come nel golf, ma senza usare ferri o legni. Semplicemente si va in buca tirando con i piedi un normale pallone da calcio, con la massima precisione possibile.

Le regole ricalcano da vicino quelle del golf: vince chi raggiunge la buca, ovviamente di dimensioni adatte al pallone, con il minor numero di tiri.

Questo curioso sport premia la potenza, ma soprattutto la precisione individuale del tiro e sta coinvolgendo numeri crescenti di appassionati, tra cui tanti ex giocatori professionisti del calibro di Ruud Gullit, Franck De Boer, Diego Forlan, Dino Baggio, Paolo Di Canio e molti altri.

Le origini del footgolf non sono chiare, infatti posso essere attribuite a numerose nazioni allo stesso tempo. La conversione ad uno sport vero e proprio è avvenuta comunque nei Paesi Bassi, dove le regole sono state standardizzate e il gioco ha avuto una pubblicità a livello internazionale. Le associazioni create nelle varie nazioni del mondo stanno ora collaborando per lo sviluppo di questo gioco.

In paesi come gli Stati Uniti e l'Argentina il movimento sportivo del footgolf ha coinvolto migliaia di giocatori e ha portato alla creazione di un'ampia rete di campi da golf aperti ad ospitare questa nuova disciplina.

A livello internazionale non è ancora diventato uno sport riconosciuto ma diverse associazioni private sono state costituite, un esempio è la FIFG - Federazione Internazionale di FootGolf istituita il 4 giugno 2012.

La FIFG ha riconosciuto come partner esclusivo per l'Italia l'AIFG (Associazione italiana FootGolf), la quale organizza ogni anno una tappa dell'European Footgolf Tour (Italian Footgolf Open).

IN ITALIA

Il primo torneo di footgolf è stato svolto nel maggio del 2013, organizzato dalla AIFG (Associazione Italiana Footgolf) associata alla Federazione Internazionale di Footgolf. Dal 2015 l'AIFG organizza, parallelamente al campionato nazionale, anche dei tornei interregionali.

NEL MONDO

La prima competizione internazionale denominata "Coppa del Mondo" si è disputata a Budapest, Ungheria. Nel giugno del 2012, giocatori provenienti da otto nazioni (Ungheria, Argentina, Belgio, Grecia, Paesi Bassi, Italia, Messico e USA) si sono ritrovati nella capitale ungherese. Il campionato è stato disputato sul Kisoroszi Golf Course. Circa 80 giocatori hanno disputato 18 buche il primo giorno e altre 18 il secondo. Al termine dei due round, Béla Lengyel è stato proclamato il primo campione del mondo nella storia del Footgolf, davanti a Peter Nemeth (secondo) e Csaba Feher (terzo).

Nel gennaio del 2016 in Argentina si è disputata l'edizione successiva di tale competizione. L'Italia era rappresentata da 16 atleti che si sono qualificati tramite l'AIFG, unica associazione Italiana riconosciuta a livello internazionale dalla FIFG (Federazione Internazionale di FootGolf), organizzatrice del mondiale argentino. La squadra italiana ha raggiunto i quarti di finale, venendo eliminata dall'Inghilterra all'ultima buca. La gara a squadre è stata vinta dagli Stati Uniti che hanno battuto in finale i padroni di casa argentini. A livello individuale la gara è stata vinta dall'argentino Cristian Otero.

Nel 2018 si è svolta la terza edizione della coppa del mondo, diventata quindi un appuntamento biennale. Il 15 novembre 2017 la FIFG ha scelto la sede dell'evento tramite votazione tra tutti i presidenti delle varie associazioni nazionali (le candidate ad ospitarla erano Italia e Francia). La Francia ha vinto per 20 voti a 11 e si è aggiudicata l'organizzazione dell'evento, che è stata disputata a Marrakech (Marocco) dal 9 al 16 dicembre 2018. Grandissima soddisfazione per gli Azzurri, che si sono aggiudicati il titolo di Campione del Mondo over 45 con Stefano Grigolo. Argentino il campione nella categoria assoluta, ovvero Mattias Perrone, mentre l'inglese Sophie Brown ha vinto quella femminile.
Nella classifica a squadre, successo per la Francia che in finale ha battuto l'Inghilterra, terzo posto per gli Stati Uniti vincitori sulla Spagna.

Il prossimo Mondiale sarà disputato in Giappone nel 2020.

Footgolf World Cup 2016 - Team Italia

 

LE REGOLE

Si gioca singolarmente su 9 o 18 buche, vince la competizione chi completa il percorso con il minori numero di colpi effettuati.

Il campo da gioco è costituito da appositi percorsi tracciati sui campi da golf. Le buche da footgolf sono posizionate in modo tale da non danneggiare il campo e permettere sia a golfisti che a footgolfisti di giocare sul medesimo percorso senza manutenzione particolare. Molte delle regole del FootGolf corrispondono alle regole del golf, anche il Footgolf si gioca su un campo da golf. Il primo tiro viene effettuato dal tee e, per raggiungere la buca, devono essere superati vari ostacoli come bunkers, alberi o acqua (laghetti o ruscelli). Ciò vuol dire che avere un tiro potente è utile, ma non decisivo. Come nel golf, la lettura del campo, l'approccio al green e un putt accurato sono molto più importanti.

Per scaricare il regolamento aggiornato CLICCA QUI.

DRESS CODE

Come per il Golf il Footgolf ha un'etichetta e un dress code che vanno rispettati per poter accedere ai campi.

Le scarpe da gioco sono quelle utilizzate per il calcetto, ovvero dotate di "tacchetti morbidi" di ridotte dimensioni in modo tale da non danneggiare le superfici su cui si gioca.

Il dress code ideale è composto da Polo, Maglione, Bermuda o Gonna come per il golf nel caso delle donne, calzettoni e berretto.

 

Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Informativa in adempimento degli obblighi previsti dall'Art. 10 della Direttiva n. 95/46/CE in materia di Cookie.